17Set
By: Alessandra Veraldi Acceso: Settembre 17, 2020 In: Innoveazine Comments: 0

Correva l’8 Febbraio 2005 quando Google lanciava Maps dando il via a quello che successivamente sarebbe diventato il più popolare servizio cartografico al mondo.

Lungi dall’essere quella piattaforma quasi perfetta che è oggi. La novità dell’epoca era il poter ricevere indicazioni stradali immettendo un punto di partenza e uno di arrivo.

Oggi Maps ha tagliato il ragguardevole traguardo dei 5 miliardi di installazioni dal Play Store. Un dato incredibile.

Un servizio che si è poi implementato con le con  Street View e Live View, che mostrano le indicazioni stradali sovrapposte all’ambiente reale e  sempre più aggiornate.

Street View ne è un esempio particolare. Nonostante una copertura inizialmente limitata,nacque con ben altri obiettivi che nel tempo ha raggiunto rivoluzionando il panorama Maps.

L’obiettivo non era infatti quello di farsi strada come una semplice app di mappe digitali ma piuttosto di diventare un vero e proprio strumento che permettesse di osservare i più disparati angoli del Pianeta grazie ad un database formato da 170 miliardi di immagini in più di 220 paesi e territori. Traguardo ampiamente superato.

La storia di Google Maps è una storia di continui aggiornamenti ed oggi Google svela alcune delle novità che vedremo presto nell’applicazione.

Quella che balza all’occhio, sarà sicuramente il nuovo look dell’applicazione, sia per i dispositivi Android che per quelli iOS.

L’aspetto più visibile del nuovo look sono sicuramente le cinque nuove schede che compariranno.

Il restyling grafico modificherà invece, anche l’icona di Google Maps, che però potrà ancora contare  sul famosissimo segnaposto che accompagna l’applicazione fin dagli esordi.