23Lug
By: Alessandra Veraldi Acceso: Luglio 23, 2020 In: Innoveazine Comments: 0

Il colosso svedese, grande compagno di giornate lavorative e di feste in ogni parte del mondo, aggiunge all’interno del suo ventaglio di servizi i podcast video.

Tecnicamente si definiscono infatti “vodcast” e saranno presto disponibili solo in streaming, mentre gli altri utenti, possessori della versione Premium, potranno comunque scaricare l’audio sui propri dispositivi mobili per ascoltare i contenuti offline

Spotify ha rivelato la novità dei vodcast nella sua libreria di contentti. La novità interessa gli abbonati e chi utilizza la versione gratuita della app. I podcast video saranno disponibili solo in streaming, mentre gli utenti potranno comunque scaricare l’audio sui propri dispositivi mobili per ascoltare i contenuti offline.

Come funzioneranno?

Gli utenti dovranno utilizzare la funzione “Riproduci” sulla app desktop, sull app mobile o nella versione web di Spotify. I video si avvieranno automaticamente. Se si vogliono eseguire altre attività sui propri device o si vuole semplicemente bloccare il video, l’audio continuerà a essere riprodotto in background senza interruzioni.Tra i primi a pubblicare i propri podcast video su Spotify troviamo Book of Basketball 2.0, Fantasy Footballers, The Misfits Podcast, H3 Podcast, The Morning Toast, Higher Learning with Van Lathan & Rachel Lindsay e The Rooster Teeth Podcast.

Tuttavia, i  podcast video non saranno disponibili in tutti i mercati. La piattaforma di streaming musicale ha registrato nel primo trimestre del 2020 un boom di iscritti, raggiungendo 286 milioni di utenti attivi mensili, di cui 130 milioni utenti premium. Anche dal punto di vista finanziario i risultati sono stati migliori delle previsioni degli analisti, con ricavi pari a 1,848 miliardi di euro rispetto ai 1,71 miliardi previsti.