25Dic
By: Innoveazine Acceso: Dicembre 25, 2019 In: Innoveazine Comments: 0

Luci colorate, vischio, rosso dappertutto, Babbo Natale che si arrampicano sui balconi, renne illuminate e ovviamente alberi addobbati ben visibili da ogni finestra.

Eppure manca qualcosa per completare l’atmosfera natalizia: gli spot di Natale.

Che ormai il Natale sia sempre più una festività commerciale è innegabile, ma non sempre le campagne pubblicitarie natalizie hanno l’obiettivo diretto ed esplicito di spingere alla vendita. Le tradizionali dinamiche di sponsorizzazione del prodotto, hanno lasciato sempre più spazio alla sfera emozionale.

Oltretutto, non sono più i soliti brand a simboleggiare il Natale. Un tempo non era Natale senza le pubblicità Bauli, Melegatti o Coca-Cola, che può vantare addirittura il merito di aver “inventato” il personaggio di Babbo Natale.

Oggi gli spot che contribuiscono a creare l’atmosfera natalizia provengono dai brand più disparati e a volte inaspettati.

Il Natale è il momento ideale per creare delle connessioni tra brand e consumatori e… il famoso LOVE BRANDING di cui ci troviamo, ultimamente, spesso a parlare.

Il linguaggio emozionale della pubblicità consente di alimentare il desiderio che alberga nella mente dei consumatori e per tale ragione rappresenta dunque, nell’era digitale, uno dei mezzi più efficaci per raggiungere i propri obiettivi di marketing.

Questa del Natale infatti è l’occasione per creare spettacolarizzazione non soltanto ai prodotti che si commercializzano ma proprio al brand. Quale momento migliore se non quello delle vibrazioni felici, amorevoli, familiari, il periodo degli happy ending e del ”siamo tutti più buoni”?

Quale azienda non coglierebbe al volo l’occasione? L’importante è sapere come farlo, quali tasti toccare per coinvolgere l’audience giusto al momento giusto.

Quindi cosa caratterizza le campagne di marketing natalizio? Cosa le accomuna?

Non solo marketing ma anche la componente narrativa ed emozionale.

Gli spot di Natale puntano all’immagine di marca e contemporaneamente all’immaginario, ovvero a tutto ciò che l’azienda vuole associare al suo brand nel periodo natalizio. Tra le caratteristiche più frequenti troviamo:

  • Creatività
  • Coinvolgimento emotivo
  • Calore ed atmosfera gioiosa
  • Condivisione e altruismo

Spesso ci troviamo dinanzi a vere e proprie campagne  integrate di comunicazione con una strategia digitale e non di singoli spot e video. Il Brand, attraverso hashtag ed influencer da vita a vere e proprie storie a puntate coinvolgendo l’utente come un vero protagonista,

L’obiettivo delle campagne natalizie è far leva sui sentimenti, emozionare, talvolta commuovere, e creare un legame tra brand e cliente proprio tramite queste emozioni condivise.

I Brand  senza dubbio ”approfittano” dello spirito natalizio per i propri interessi economici dal momento che intervengono sul nostro cervello condizionando il nostro emisfero emozionale, che meno si sofferma sul valore economico.I Brand sanno che,  le emozioni ci fanno spendere di più. E se psicologicamente associamo un determinato brand a un’emozione…il gioco è fatto!
Il Natale è il momento dell’anno in cui i nostri sensi sono maggiormente stimolati: luci, colori, odori, suoni, e non a caso è anche quello in cui spendiamo di più.

Buon Natale a tutti